Baby World

ATTIVITÀ LUDICHE PER BAMBINI DI 7/8 MESI

Marzo 2019

Negli anni con vari studi si è parlato molto di come la cultura e lo sviluppo del bambino intrecciano un legame; la cultura influenza il pensiero dell’essere umano, in particolar modo influenza il pensiero dei bambini.
Per Piaget (1932) lo sviluppo incomincia con la nascita e termina con l’età adulta. Esso può essere inteso come un cammino verso un equilibrio che avviene per stadi evolutivi caratterizzati da strutture cognitive che determinano lo sviluppo dell’equilibrio.
Molti studi recenti hanno dimostrato che la mente umana è sociale e che attraverso le interazioni sociali il bambino si sviluppa (Iannaccone, 2010).

Oggi parleremo di una pedagogista importante del 1900, Maria Montessori. Il suo metodo e i suoi giochi sono conosciuti in tutto il mondo; il metodo si basa sull’indipendenza e sul rispetto per lo sviluppo fisico, psicologico e sociale del bambino. Adulti e bambini si devono impegnare nella costruzione del proprio carattere attraverso le interazioni sociali.
La libertà per il bambino è fondamentale, non bisogna lasciare il bambino nei seggioloni, nei box e nelle culle tutto il giorno, bisogna stimolarlo con semplici giochi e attività.

Oggi parleremo di attività per bambini di 7/8 mesi, intorno a questo periodo i bambini iniziano a gattonare e sono attratti da oggetti colorati. Uno dei giochi più importanti che si può costruire anche a casa è il tappetino sensoriale, realizzato con stoffe colorate, dove è possibile incollare pezzi di tessuto a forma di animali e oggetti facendo sì che il bambino venga attratto visibilmente e inizia a muoversi per poter afferrare ciò che vede. Questo tipo di gioco sviluppa il tatto, la vista e il movimento.

Un altro gioco importante è “il cesto dei tesori”: un cesto anche di vimini riempito di oggetti semplici e fatti da materiali naturali come gomma, legno, cartone, pelo, carta, tessuto. Esempi di oggetti da inserire nel cestino sono: gomitoli di lana, cucchiaio di legno, una piccola borsa, una bambola, pennello da trucco, conchiglie, tappi di sughero, palline di gomma di diversa misura, scatole di cartone.
Con questo gioco il bambino sviluppa i seguenti sensi:
tatto: con oggetti che si differiscono per forma, peso e consistenza vista: tramite i diversi colori, dimensioni, lucentezza
olfatto: attraverso diversi odori
udito: con oggetti che tintinnano
movimento: prendere gli oggetti, esplorarli richiede sempre del movimento.

Un altro gioco che può essere inserito nelle attività del bambino è il libro sensoriale stimolando vista e tatto. Per costruirlo bisogna assemblare stoffe ruvide (lino, lana grezza), stoffe morbide (velluto, panni di microfibra), cartoncino. Una volta tagliati i pezzi con la stessa dimensione si possono incollare pezzi di spugna per piatti, pezzettini di stoffa con il pelo e bisogna cucire il tutto formando così un libro pratico ed economico.
In questi giochi il ruolo del genitore è da semplice spettatore, deve solo osservare il bambino, il quale in questo modo impara a stare da solo ed a essere concentrato nel gioco.

Il motto di Maria Montessori “Aiutamoli a fare da soli” rimane invariabile e attuale, dove anche in questi giochi appena elencati anche la cultura influisce.

Riferimenti bibliografici
Piaget J. (1932) ; Il giudizio morale del bambino. Giunti. Bologna
Iannaccone A. (2010); Le condizioni sociali del pensiero. Contesti sociali e culturali. Edizione Unicopli. Milano

Educatrice professionale
Cristina Bonadies

Servizi e attività ludiche motorie vanno sempre eseguite sotto controllo di un adulto e su una base morbida come un tappettino ToodleKind .

Ti potrebbe interessare anche

Nessun Commento

Lascia una Risposta