Beauty

Forza! È l’ ora del bagnetto!

Giugno 2017

Fin dai primi giorni di vita del nostro bambino è necessario prendersi cura della sua pelle per evitare fastidiose screpolature o irritazioni.
Appena nato, dopo il bagnetto iniziale, il bebè va lasciato 2-3 giorni all’ “asciutto” per permettere al cordone ombelicale di cicatrizzarsi; dopo di che, non appena tornati assieme a casa, con le dovute precauzioni, possiamo iniziare con le prime abluzioni.
Vediamo, dunque, come gestire i primi lavaggi:

TEMPERATURA
La temperatura dell’ acqua del bagnetto non deve superare i 37 gradi (basterà in realtà immergere il nostro gomito per percepire la temperatura ideale o ci possiamo far aiutare da un apposito termometro).

DURATA
Il bagnetto, anche se molto rilassante, non dovrebbe durare più di 7-8 minuti per evitare che la pelle delicata del nostro bimbo perda la sua naturale idratazione e morbidezza ed anche per non gravare troppo sulla pressione del bimbo.

QUANDO VA FATTO
Va fatto, preferibilmente, alla sera prima della pappa e della nanna, facendolo percepire al bambino come modalità regolare così da creare un rituale ad indicare che la giornata volge al termine. Si può fare ogni due giorni se il bimbo non ha sudato o si è sporcato.

POSIZIONE ESATTA
Finchè il bimbo è piccolo il bagnetto va fatto tenendo un braccio dietro il collo per sorreggere la testa fermando la mano all’interno del cavo ascellare, l’ altra mano deve essere libera avendo ad immediata portata il detergente apposito che va usato in minima quantità e risciacquato molto bene.

PRECAUZIONI
Non lasciate mai il bimbo da solo in vasca nemmeno se l’acqua è bassa pochi centimetri perché, in caso di caduta, egli non ha ancora sviluppato la prontezza nei riflessi atta a rialzarsi.
Attenzione altresì all’acqua che può fluire dentro le orecchie; ricordatevi,ogni volta, che vengano poi asciugate bene e con delicatezza (mai in profondità) aiutandovi nella pulizia con un fazzolettino. Stessa cosa vale per l’ inguine, le ascelle ed anche per le pieghette tra le dita dei piedini e delle manine.

MASSAGGIO
Dopo il bagno è arrivato il momento perfetto per le coccole!
Un bel massaggio va proposto al bimbo fin da piccolo perché si abitui ai movimenti ritmici delle mani della mamma.

FUORI CASA
Quando siete fuori casa, se non riuscite a lavare il bambino, per un riassetto veloce, non scordate mai di rinfrescare il bebè spesso utilizzando salviette umidificate ed igienizzanti; mi raccomando fatelo non appoggiando mai il bambino su superfici non protette ma utilizzando sempre un asciugamano o teli protettivi.

LA SCELTA DEI PRODOTTI
Non sottovalutate mai la scelta dei prodotti appositi per il vostro cucciolo soprattutto valutando la qualità ed affidabilità delle componenti.
Noi abbiamo scelto Mustela che, da anni, si prende cura della pelle del neonato e del bambino con una attenzione particolare alla tollerabilità delle varie tipologie di pelle.
Anche per i nostri tour siamo sempre preparati con la borsa Mustela da viaggio ed il pratico telo per il cambio..
E vi svelo pure un segreto..la crema viso del necessaire di Ismi la uso pure io!!!!

Ti potrebbe interessare anche

Nessun Commento

Lascia una Risposta