Beauty

Ricomincio “con Grazia” da qui…la “Grande Bellezza”

Marzo 2017

Ricomincio da qui…la “Grande Bellezza”

 

Noi donne in fondo ci amiamo, ci guardiamo allo specchio tutti i giorni coscienti che, col nostro fascino (fatto anche di difetti), andiamo incontro alla nuova giornata che verrà ed alle persone che incontreremo.

Un filo di trucco per una, un mascherone per l’altra, ognuna, a suo modo, ripete sul suo viso ritmici rituali quotidiani fatti di pennellate carezze e massaggi.

Il mio viso non é mai stato ritoccato, fiera della mia naturalezza mi sono sempre proposta ai miei clienti come volto fresco e pulito.

La gravidanza, poi, mi aveva donato quel turgido gonfiore effetto filler misto ad acido ialuronico che mi faceva proprio gioire e sentire bellissima.

Ma quella cistina lì sul naso un pó bianca ed un po lucida che con la gravidanza si era ingrossata beh, andava tolta..

“Signora questa non è una cisti, è un carcinoma…servirà una esportazione con conseguenti cicatrici sul naso e sulla guancia.”

Si proprio così, in modo nudo e crudo quel crudo dottore in un nudo lunedì di novembre esordi.

“Una malattia, su di me, sul mio viso..” risposi  io.

Il mondo mi crolli addosso tutto insieme, tutto in un istante, pensai subito ad Ismi dentro al pancione, se ne avrebbe risentito ed allora firmai la documentazione per farmi operare dopo aver partorito, rifiutai di farmi operare subito per paura che l intervento potesse nuocere a lui…in quel momento non contava il mio lavoro, non contavo più io come femmina ma solo il mio bambino.

Un mese dopo il parto inizió così il mio calvario fatti di vari interventi con Ismaele che mi aspettava a casa ed io in ospedale con il tiralatte a farmi compagnia!

Non vi racconto  i dettagli ed i risvolti emotivi   perchè non vorrei farvi sciogliere proprio ora il mascara…di quello magari ve ne parlerò più avanti (quando vi chiederò di testare per me la resistenza di un nuovo waterproof!!).

Il taglio, fortunatamente, è stato circoscritto ad una piccola area ed ho portato cerottini di sutura per un bel pó; ora niente sole e protezione sempre altissima in viso ad ogni uscita (la metto sempre in borsa per ricordarmene).

Ad oggi, dopo un anno e poco più, il mio viso è cambiato..la stanchezza da neomamma mi ha resa più panda sotto gli occhi (ma per quello basta un po di correttore) e l’intervento, come sopra detto, ha lasciato un sottile solco sul mio volto..Si vede? Poco poco..Fa male? No. Lavoro ancora come modella? Si.

In realtà quella che fa più male e si fa sentire di più è la cicatrice morale ..ma col tempo passerà guarderò oltre..e per il mio naso..beh fortunatamente anche per quello basterà sempre un velo di correttore…anche se la voglia di “farmi bella” per un pó, lo ammetto, mi era passata.

Questo mio primo articolo così “forte” sulla bellezza è per ammonirvi, si.

Ragazze mi raccomando trattatevi bene, amatevi e guardatevi sempre allo specchio con onore, gioia e soddisfazione anche con qualche ruga, occhiaia o cicatrice perché la bellezza, quella vanisce ma “la Grande Bellezza” quella che ci fa donne resistenti e sempre in grado di accettarci….beh quella è eterna.

Ecco perché ho scelto, con questo articolo, di candidarmi come nuova beauty blogger per IT Grazia, perché credo di avere qualcosa di profondo da raccontare e da fare vivere anche a Voi con uno sguardo “differente” verso la bellezza che, come vi racconto io, può diventare non solo immagine ma anche pensiero!

<script src=”http://blogger.grazia.it/images/blogger/js/badge.js?bwwy=true&blid=0&f674f5″ blid=”0″ name=”grzscript”></script>

http://blogger.grazia.it/blogger/beauty/

Ti potrebbe interessare anche

Nessun Commento

Lascia una Risposta